martedì 1 maggio 2018

Benvenuto maggio!



Buon Primo Maggio a tutti i lettori!
In questa giornata di festa è arrivato il momento di stilare una nuova lista di lettura e fare il resoconto di aprile!

Come ormai saprete bene, lo studio si sta facendo più intenso, dato che la sessione è sempre più vicina (aiuto!!) e quindi le letture ne risentono un po'. Tranquilli che però le novità e le recensioni non mancheranno, cercherò di farmi sentire nonostante l'università.



Veniamo a noi, ecco qua il Wrap Up di Aprile!
Nella TBR del mese scorso avevo inserito due libri che ero sicura di leggere, consapevole che avrei poi aggiunto altre letture. Dunque, tirate le somme dei due libri alla fine ne ho portato a termine solo uno, ma in compenso ho letto altro:
Poche ma buone, tutto sommato ho avuto letture interessanti, tanto diverse tra loro e ognuno di questi libri mi ha lasciato qualcosa, specialmente quello della Adichie.

Per maggio invece prevedo tante letture che sicuramente non porterò a termine! Nel mio club del libro Lo Scaffale Tematico, al quale invito tutti a iscriversi perché c'è davvero da divertirsi, è in corso il Giro del Mondo e il nuovo continente è l'Europa a cui posso collegare tantiiiissimi libri, manca solo il tempo. In più il nuovo tema è la nobiltà e credo sia giunto il momento di spolverare qualche testo interessante dalla libreria di mia madre. 

Nel gruppo #BooksAddictedClub invece il tema di maggio è libro con copertina colorata, e anche qua posso sbizzarrirmi quanto voglio! Adoro le copertine colorate e penso sia ora di leggere quel libro che inserisco nella TBR da settembre e ancora non sono riuscita a leggere (sono vergognosa, chi mi segue da un po' forse capirà anche quale!)

Perciò facendo due conti, penso che per maggio leggerò questi libri:

Atlante leggendario delle strade d'Islanda di Jón R. Hjálmarsson
Editore: Iperborea
Uscita: 15 giugno 2017
Genere: Raccolta di favole
Pagine: 252
Acquisto: qui 
A cura dell'esperto in cultura e storia islandese Jón R. Hjálmarsson, un atlante sui generis e una guida di viaggio alternativa per percorrere (di persona o con l’immaginazione) le strade d’Islanda immergendoci nella storia, nel paesaggio e nelle leggende legate a ogni luogo.
Tra le ricchezze letterarie dell’Islanda c’è un patrimonio di miti e leggende tramandato attraverso i secoli che è tutt’oggi una presenza viva nell’immaginario popolare. Questo anche perché in nessun altro posto come in Islanda le storie sono inscindibili dal paesaggio, nascono da una natura “vivente” e misteriosa, che non ha tardato a popolarsi di troll, elfi, spettri, eroi e stregoni. Ogni angolo del paese ha ispirato le sue leggende, da cui spesso derivano gli stessi toponimi, e ogni leggenda può essere mappata geograficamente. L’Atlante leggendario delle strade d’Islanda ci guida in un viaggio attraverso l’isola raccontando le leggende più memorabili di ogni luogo, dalle località più famose agli angoli più remoti e inesplorati. Storie che spiegano l’origine di un villaggio, di una credenza o di una roccia bizzarra; storie sul serpente del lago Lagarfljót, sugli spiriti che dimorano in un anfratto, in una casa abbandonata o in una collina di lava; storie di eventi poderosi, imprese eroiche, luoghi sacri o incantati; storie legate al credo pagano, come la leggenda dell’impronta dello zoccolo di Ásbyrgi, e altre più recenti basate su eventi reali, come la tragica scomparsa di un gruppo di bambini in una cascata. Accompagnato da pratiche mappe e piccole illustrazioni, l’Atlante è suddiviso in zone geografiche e ogni leggenda è preceduta da un’introduzione che la localizza e ne spiega l’origine oltre a dare una descrizione del panorama circostante e curiosi cenni storici e culturali sulla regione, indicando di volta in volta quali sono i luoghi che hanno lasciato una loro traccia anche nelle saghe.


Gli ultimi giorni dei nostri padri di Joel Dicker
Editore: Bompiani
Uscita: 13 giugno 2017 (first 2011)
Genere: Romanzo storico
Pagine: 464
Acquisto: qui 
Londra, 1940. Per evitare l'annientamento dell'esercito britannico a Dunkerque, Churchill ha un'idea che cambierà il corso della guerra: creare una squadra di servizi segreti che lavori nella segretezza più assoluta, la SOE, Special Operations Executive. La SOE è incaricata di azioni di sabotaggio e intelligence tra le linee nemiche e coinvolge persone tra la popolazione locale più insospettabile. Il giovane Paul-Émile lascia Parigi per Londra nella speranza di unirsi alla Resistenza. Reclutato dalla SOE, è inserito in un gruppo di connazionali che diventeranno suoi compagni e amici del cuore. Addestrati in Inghilterra, i soldati verranno rimandati nella Francia occupata e scopriranno presto che il controspionaggio tedesco è già in allerta. Settant'anni dopo i fatti narrati, ''Gli ultimi giorni dei nostri padri'' è uno dei primi romanzi a evocare la creazione della SOE e a raccontare le vere relazioni tra la Resistenza e l'Inghilterra di Churchill.


Il segreto della bambina sulla scogliera di Lucinda Riley
Editore: Giunti
Uscita: 2015 (first 2011)
Genere: Romance
Pagine: 480
Acquisto: qui 
Dopo un aborto che le ha spezzato il cuore, Grania Ryan lascia New York e la sua carriera di scultrice per tornare nel villaggio irlandese in cui è cresciuta. Un giorno, in mezzo alla tempesta, sulla scogliera a picco sul mare dove è solita fare lunghe passeggiate, scorge Aurora, una bimba orfana di madre da cui è subito attratta in modo misterioso. Ma quando la madre di Grania, nonostante i suoi numerosi ammonimenti, si accorge che la figlia si sta affezionando ad Aurora e al padre di lei, le consegna un plico di lettere gelosamente custodite negli anni. In quelle lettere è contenuta la storia dei Ryan e dei Lisle, due famiglie legate fin dai tempi della guerra e sui cui destini si stendono ombre oscure. Sarà proprio la piccola Aurora e la devozione che Grania prova per lei a spezzare le catene del passato.


Grandi libroni ma farò del mio meglio! Intanto sto leggendo due testi super interessanti:

  • Ultimo giorno di Glenn Cooper
  • Solo la verità di Karen Cleveland
Presto ve ne parlerò!

Voi cosa leggerete per maggio?

Nessun commento:

Posta un commento

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.