Recensione | So tutto di te di Clare Mackintosh

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un libro che ho ho letto da poco e che mi ha letteralmente conquistata! Si tratta di So tutto di te di Clare Mackintosh che troverete da oggi in libreria! E io non me lo farei davvero scappare! Sotto scoprirete perché ;)


So tutto di te di Clare Mackintosh
( DeA Planeta | 23 gennaio 2018 | 448 pagine | ACQUISTALO QUI )

È il solito viso stanco quello che Zoe Walker, madre quarantenne e divorziata di due figli, intravede riflesso nel finestrino del treno che la sta riportando a casa. È un venerdì come tanti, e dopo un'intera settimana trascorsa ad assecondare un capo impossibile, tutto ciò che desidera è accoccolarsi sul divano tra le braccia del nuovo compagno, Simon. Ma mentre sfoglia impaziente e distratta una copia della London Gazette, la sua mano si blocca di colpo. Perché il volto di donna che pare fissarla da quelle pagine gualcite, un po' fuori fuoco ma inconfondibile in mezzo alle immagini equivoche delle hotline a pagamento, altri non è che il suo. E se i famigliari insistono che debba trattarsi di un errore o di uno scherzo, Zoe non può fare a meno di restarne turbata, anche quando l'indirizzo web che accompagna la foto si rivela inesistente. La sua inquietudine si trasforma in incubo quando, sullo stesso giornale e corredata dal solito indirizzo Internet, appare la foto di un'altra donna, che in capo a pochi giorni viene ritrovata uccisa alla periferia di Londra. Nessuno, nelle forze dell'ordine o in famiglia, sembra disposto a credere che tra l'omicidio e gli annunci del misterioso sito findtheone.com possa esistere un legame. Ma mentre il conto delle vittime sale inesorabile, il sospetto che quella di Zoe non sia semplice paranoia si fa strada nella mente dell'agente Kelly Swift, abile e impulsiva detective in cerca di riscatto.

✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿


Immagina: stai tornando a casa da una lunga giornata di lavoro, segui un percorso che conosci a memoria, ti prepari a prendere la metro nel punto preciso dove sai che si apriranno le porte e ti permetterà di raggiungere quel posto nell'angolo che ti fa sentire così bene. Sei tranquilla, perché questo rituale fa parte della tua quotidianità e ti fa stare bene. Ti fa sentire sicura. Poi immagina: stai leggendo il giornale, scorri le ultime notizie, salti lo sport che non ti piace, le pagine degli annunci... finché qualcosa cattura la tua attenzione. Una foto. La tua foto.

Siamo tutte persone abitudinarie. Anche tu. [...] La routine ti dà conforto. È familiare, ti tranquillizza. La routine ti fa sentire al sicuro. La routine ti ucciderà.

Zoe Walker sta tornando dal suo lavoro londinese e, come tantissimi pendolari attorno a lei, ripercorre quel percorso che la porterà a casa. Si sente stanca ma serena, pronta per un weekend all'insegna del riposo. Ma la foto che vede nella pagina degli annunci del giornale London Gazette cattura la sua attenzione e spazza via la tranquillità che sentiva in corpo. Quella foto ritrae lei.

È uno scherzo? Forse sì. Probabilmente la sua famiglia ha ragione, la ragazza le assomiglia, ma non è lei. Ma poi a lavoro trova una pila di London Gazette e la curiosità prende la meglio. Altri annunci, altre foto di ragazze. Chissà se anche loro sanno di essere su una pagina che invita a cercare quella giusta su un sito che non esiste e un numero non attivo. Poi succede il giorno dopo: la mattina, mentre fa colazione guarda il telegiornale che riporta le notizie di un omicidio in un parco di Londra. Un omicidio di una donna. Una donna che lei ha già visto.

L'agente Kelly Swift lavora all'interno della Polizia dei Trasporti dopo essere stata processata per aver attaccato un condannato. Una reazione improvvisa, incontrollata, che le è costata la carriera alla Omicidi. Kelly è l'unica che crede a Zoe Walker: Zoe ha contattato l'agente dopo aver visto sul giornale la foto di una donna che ha riconosciuto essere la testimonial della pubblicità contro i furti in metropolitana, Cathy Tanning. A Cathy sono state rubate le chiavi il giorno seguente la pubblicazione della sua foto sulla pagina degli annunci. E se le cose fossero collegate? Zoe lo ha pensato subito e Kelly l'ha presa sul serio. E ancora Kelly le crede quando Zoe va da lei per parlarle dell'omicidio della donna che aveva visto il giorno prima sul giornale. C'è qualcosa sotto tutti questi annunci, qualcosa che Kelly è decisa a scoprire. Perché vuole riscattarsi.

Anche io sono abbastanza abitudinaria: ho il mio posto in stazione mentre aspetto il treno, ho un lato preferito dove sedermi; percorro la stessa strada alla stessa ora la mattina per andare a lezione. Chi non le ha? Chi non si sente tranquillo a seguire il proprio percorso? Ma chi potrebbe pensare che questo potrebbe essere un pericolo. Che qualcuno può seguirti, segnare la routine, persino il colore del tuo cappotto. Ci si sentirà ancora al sicuro dopo questo romanzo? Di sicuro io mi guarderò più spesso le spalle.

Ho finito di leggerlo con lo stomaco sotto sopra. Clare ha portato a romanzo una questione piuttosto attuale, estremamente reale. Con internet e le nuove tecnologie non siamo davvero più al sicuro. Lo stile dell'autrice è semplice ma efficace, per nulla pesante nonostante la gravità delle situazioni. La sua esperienza alla polizia ha permesso di illustrare le situazioni in caserma in modo chiaro e preciso, rendendo le indagini molto più chiare per chi non è esperto nel campo, come me. Ho apprezzato il fatto che la narrazione della storia avesse due differenti punti di vista: quello di Zoe, persona comune e possibile vittima alle prese con le paure e le ansie di poter essere la prossima, e di Kelly, agente sveglia e determinata che segue in prima linea il caso; in questo modo si ha bene in chiaro il progredire delle indagini e le nuove scoperte verso l'identificazione del colpevole. Un colpevole che io non avrei mai, davvero mai, sospettato. Ma non preoccupatevi, il finale è ancora più sconvolgente.


Voto: 🌼🌼🌼🌼
Consigliato: Sì. 
Stagione: Invernale, avvolta da una coperta che ti fa sentire al sicuro!

Nessun commento:

Posta un commento

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengono dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. I contenuti presenti sul blog "La Libreria di Beb" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2018 La Libreria di Beb by Beb. All rights reserved