La solitudine del lupo di Jodi Picoult

  • dicembre 07, 2017
  • By La Libreria di Beb
  • 0 Comments


Sono particolarmente assente in questi giorni e vi chiedo scusa ma sto preparando un esame universitario che darò tra poco, poi prometto che cercherò di ritornare (almeno fino ai prossimi esami :D)

Comunque, per farmi perdonare oggi vi propongo una nuova recensione di un libro che ho letto qualche tempo fa e che mi è piaciuto davvero tanto. Si tratta, come da titolo, de La solitudine del lupo della scrittrice americana Jodi Picoult, autrice che ho avuto il piacere di conoscere leggendo La custode di mia sorella e che si riconferma una tra le mie preferite.

In questa vicenda vediamo una famiglia americana spezzata: genitori divorziati, di cui la madre si è rifatta una vita sposando un avvocato e il padre vive come un selvaggio insieme ai suoi lupi; la figlia minore vive insieme al padre mentre il fratello maggiore è fuggito in Thailandia all'età di 18 anni e da allora ha tagliato i ponti con la famiglia.
A scombinare l'equilibrio che si è stabilito negli anni è un incidente stradale: la madre Giorgie viene svegliata nel cuore della notte da una telefonata che la informa che la figlia Cara è ricoverata in ospedale in seguito ad un incidente stradale. Arrivata sul posto, scopre che l'ex marito è ricoverato anche lui e si trova in coma vegetale per un danno celebrale irreversibile. In questa situazione si trova costretta a contattare anche Edward, il primogenito, il quale prende il primo aereo da Bankok e torna in America. Questo evento traumatico riunirà la vecchia famiglia, ma non nel modo positivo che un lettore si potrebbe aspettare.

Il libro è strutturato nello stesso modo di La custode di mia sorella, ossia non sono presenti veri e propri capitoli, ma le vicende sono divise tra i quattro membri della famiglia e Joe, il nuovo marito di Giorgie, più qualche personaggio che si incontra durante la vicenda, l'avvocato che interpella Cara e l'assistente sociale. Adoro questa decisione, perché ti permette di entrare dentro i pensieri di tutti i personaggi, comprendere le loro ragioni e decisioni, e conoscerli più a fondo.

Le vicende di Luke sono ricordi del passato, in quanto il suo personaggio si trova in coma in ospedale, e i suoi capitoli raccontano cosa è successo alla famiglia, perché si è arrivati al divorzio dei genitori. Oltre questo, nelle sue memorie si parla di lupi: Luke è un ambientalista che ha passato la vita a studiare i lupi selvatici da vicino. Ha scoperto la loro organizzazione del branco, come operano durante la caccia, insomma ha scoperto tutti i loro segreti. Negli ultimi anni aveva messo in pratica questi segreti creando un branco di lupi nei suoi recinti, insegnando ai cuccioletti a prendere il loro posto nel branco, come avrebbe fatto il lupo alfa in un branco selvatico.

Gli altri personaggi invece sono alle prese con i conflitti familiari, i rancori nascosti ma mai passati e segreti che quell'incidente ha creato che non si vogliono svelare. Edward vuole staccare la spina mentre Cara no, si oppone tanto da interpellare un avvocato che fa causa a Edward per tenerlo lontano da suo padre. E così come succede sempre, il passato da cui si è scappati e con cui non ci si è fatto i conti ritorna sempre.

E' una storia emozionante e sconvolgente. Sono riuscita a entrare in sintonia con tutti i personaggi, scoprendoli fino in fondo comprendendo le loro scelte. Solo un personaggio non è riuscito ad andarmi a genio: Joe. Era davvero insopportabile, non potevo vederlo. Luke invece come personaggio mi è piaciuto tanto, anche se nella sua vita ha fatto scelte che nemmeno io, come Giorgie, avrei condiviso. Ma leggendo il suo punto di vista, i suoi racconti sui lupi, non puoi non amarlo e non innamorarti di quell'animale selvatico, che sembra tanto cattivo e invece non lo è.

Se avete amato La custode di mia sorella non potete non amare questo libro. Se non lo avete letto leggetelo, e leggetevi anche questo. La Picoult scrive divinamente, non è per nulla pesante e spiega le cose nei minimi dettargli, non si lascia sfuggire niente, specialmente nelle parti giuridiche: ogni passaggio è descritto bene in modo che tutti possano capire, persino io che mi ritengo ignorante in materia.



La solitudine del lupo di Jodi Picoult

Editore: Corbaccio
Uscita: 2012
Genere: Romanzo contemporaneo
Pagine: 406
Rating:  🌼🌼🌼🌼🌼
Da anni lontano da casa, improvvisamente Edward Warren è costretto a tornare nel New Hampshire: suo padre Luke, amante della natura e noto esperto di lupi, e sua sorella Cara di soli diciassette anni hanno avuto un incidente d’auto. Lei non è in pericolo di vita, ma Luke ha subito dei danni cerebrali e langue in un coma che i dottori hanno decretato irreversibile. Spetta a Edward la decisione lacerante di staccare la spina. Per farlo dovrà combattere non solo con Cara, radicalmente contraria, ma anche e soprattutto con i fantasmi del suo passato, con quell’ultima discussione avuta con suo padre dopo la quale non si sono più parlati, con i segreti inconfessabili che emergono sconvolgenti nel momento di maggior vulnerabilità della famiglia, che, come un branco di lupi, cerca di sopravvivere.

You Might Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.